Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo

VENEZIA CULTURALE
Ghetto ebraico - Basilica di San Marco - Palazzo Ducale - Gallerie dell'Accademia - Scuola di San Rocco - Basilica dei Frari

Partenza:Sabato 05 Marzo 2022 Ritorno:Domenica 06 Marzo 2022 Prezzo:215.00 €   Programma del viaggio

VENEZIA Culturale

Ghetto ebraico – Basilica di San Marco - Palazzo Ducale
Gallerie dell'Accademia - Scuola di San Rocco – Basilica dei Frari


5 - 6 Marzo
05 Marzo Sabato AREZZO – VENEZIA
Partenza in pullman g/t da Viale Giotto (angolo bar Giotto) alle ore 05:30. Sosta per la colazione lungo il percorso. Pranzo libero. Arrivo alla stazione FS di Mestre, da qui prenderemo il treno che in 10' ci porterà alla stazione di Venezia Santa Lucia. All'arrivo, incontro con la guida e partenza per il percorso culturale che si svolgerà interamente a piedi.

Il Ghetto ebraico di Venezia è l’antica zona della città dove hanno vissuto gli ebrei a partire dal 1300 fino alla Seconda Guerra Mondiale. Qui inizialmente c’erano le fonderie di Venezia, questa isola venne concessa agli ebrei nel 1300 espropriandola alle famiglie che vi abitavano e permettendo così a questa minoranza di entrare a far parte della vita sociale ed economica di Venezia. Il ghetto ebraico si divide in tre: ghetto vecchio, ghetto nuovo e ghetto nuovissimo. In realtà il ghetto nuovo è quello più antico nel quale si stabilirono i primi ebrei provenienti dall’Europa centrale, gli ashkenaziti. Il ghetto nuovo è una vera e propria isola circondata da canali, collegato al resto della città da dei ponti che la sera venivano chiusi da cancelli e riaperti al mattino. Con il tempo sono arrivati in città nuovi gruppi di ebrei come gli italiani, i levantini (provenienti da Spagna e Portogallo) e i ponentini (provenienti dalla Grecia). Tutte queste persone non potevano più stare nel piccolo spazio del ghetto nuovo quindi nuovi spazi gli sono stati concessi nel ghetto vecchio e nel ghetto nuovissimo.

Basilica di San Marco La storia della Basilica iniziò nell’828 quando l’undicesimo doge, Giustiniano Partecipazio, decise di far costruire una chiesa accanto al palazzo ducale, in onore di San Marco, in sostituzione della cappella palatina dedicata a San Teodoro. L’incendio provocato da alcuni rivoltosi nel 976 distrusse la costruzione, per cui nel 978 fu riedificata per volontà del doge. La meravigliosa basilica che noi oggi possiamo ammirare, non è quella del 978, risale invece all’XI secolo. Fu iniziata dal doge Domenico Contarini nel 1063, portata avanti dal suo successore Domenico Selvo e terminata dal trentaduesimo doge Vitale Falier. La basilica venne consacrata nel 1094. Nel 1231 fu danneggiata da un altro incendio e ne seguirono tutta una serie di interventi atti a restaurare la struttura. Nella prima metà del XIII secolo fu costruito il nartece e nello stesso secolo vennero innalzate le cupole, mentre nel XV secolo venne decorata la parte alta delle facciate. Solo però nel 1617, l’attuale basilica fu completata, quando cioè vennero inseriti nel suo interno due altari.

Capolavoro dell’arte gotica, il Palazzo Ducale di Venezia si struttura in una grandiosa stratificazione di elementi costruttivi e ornamentali: dalle antiche fondazioni all’assetto tre-quattrocentesco dell’insieme, ai cospicui inserti rinascimentali. Esso è formato da tre corpi che hanno inglobato e unificato precedenti costruzioni: l’ala verso il Bacino di San Marco (che contiene la Sala del Maggior Consiglio) e che è la più antica, ricostruita a partire dal 1340; l’ala verso la Piazza (già Palazzo di Giustizia) con la Sala dello Scrutinio, la cui realizzazione nelle forme attuali inizia a partire dal 1424; sul lato opposto, l’ala rinascimentale, con la residenza del doge e molti uffici del governo. L’ingresso per il pubblico di Palazzo Ducale è la Porta del Frumento (così chiamato perchè vi si trovava accanto l'”Ufficio delle Biade”), che si apre sotto il porticato della facciata trecentesca prospiciente il Bacino San Marco.

Al termine delle visite in Piazza San Marco, possibilità di prendere il vaporetto per tornare alla stazione FS di Santa Lucia oppure si può andare a piedi. Riprenderemo il treno per Mestre, dove ci attenderà il nostro pullman. Sistemazione in hotel a Mestre o dintorni. Cena e pernottamento.

06 Marzo Domenica VENEZIA – AREZZO
Prima colazione. Pranzo libero. Al mattino sempre in treno si raggiunge Venezia, all'arrivo andremo a piedi alle Gallerie dell'Accademia, dove ci attenderà la nostra guida, per effettuare la visita.

Le Gallerie dell'Accademia di Venezia, come la Pinacoteca di Brera a Milano e l'Accademia di Bologna, costituiscono, nel panorama italiano del primo Ottocento, uno dei casi più importanti e significativi di museo di origine politica, nato in stretta connessione con le vicende storiche che videro in quegli anni Venezia, ormai priva della sua millenaria autonomia, decadere al ruolo di oggetto di scambio tra le potenze europee. Il legame delle Gallerie dell'Accademia con la città di Venezia è profondo: le sale custodiscono infatti alcuni dei massimi capolavori provenienti da chiese o scuole o magistrature pubbliche. Basti pensare al ciclo proveniente dalla sala dell'Albergo della Scuola di San Giovanni Evangelista, e in particolare ai teleri di Gentile Bellini e Carpaccio con la Processione in Piazza San Marco e il Miracolo della reliquia della Croce al Ponte di Rialto, dove l'immagine pittorica della città assume davvero il valore di un'immersione totale nella Venezia del Rinascimento. In alcuni casi, poi, le opere esposte alle Gallerie sono l'unica testimonianza sopravvissuta di complessi conventuali demoliti nel periodo napoleonico.

La Scuola Grande di san Rocco è una Confraternita di laici fondata nel 1478. La profonda venerazione popolare nei confronti di san Rocco, la cui reliquia era già in possesso della Confraternita sin dal 1485, contribuì alla sua forte crescita fino a divenire la più ricca Scuola della città. Fu allora che si decise di edificare la nuova sede monumentale chiamando poi il Tintoretto a dipingervi il suo più famoso ciclo pittorico con episodi del Vecchio e del Nuovo Testamento. 
Essa è l’unica delle antiche Scuole Grandi ad essere sopravvissuta alla caduta della Repubblica. È un luogo eccezionale dove oltre 60 dipinti sono conservati nella loro collocazione originaria in un edificio che dalla sua costruzione non ha quasi subito modifiche. Oggi il sodalizio è ancora attivo e persegue ancora gli antichi compiti caritativi, oltre a curare il suo notevolissimo patrimonio artistico.

La chiesa dei Frati Minori Francescani (Frari) è uno dei più importanti complessi religiosi di Venezia. L'edificio attuale, perfetto esempio dell'architettura gotica veneziana, venne iniziato a partire dal 1340 e i lavori si protrassero per più di un secolo fino alla consacrazione nel 1492. L’interno è dominato dallo straordinario coro dei frati con gli stalli lignei di Marco Cozzi (1468) e il recinto marmoreo dei Lombardo (1475) ancora nella posizione originaria. La storia di questo artistico complesso affonda le radici nel secondo decennio del 1200 allorché i primi frati, seguaci di Francesco d'Assisi, giunsero per la prima volta a Venezia.

Al termine delle visite riprenderemo il treno per Mestre, dove ci attenderà il nostro pullman. Proseguimento per Arezzo. Cena libera

N.B. L'ordine delle visite potrebbe variare, senza modificare il contenuto del programma.
 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 215,00

Quota di partecipazione bambini/ragazzi sotto i 18 anni in 3° letto € 170,00

Supplemento camera singola € 35,00

 
La quota comprende: Viaggio in pullman g/t – visite con guida specializzata come da programma – trattamento di mezza pensione in hotel 3* - Biglietti del treno Mestre/Venezia A/R per 2 giorni - assicurazione medico/covid stay/bagaglio - Accompagnatore Pepita

La quota non comprende: Ingressi – pranzi - eventuale tassa di soggiorno in hotel – mance noleggio auricolari € 2,50 al giorno

Ingressi (costi indicativi/possibili variazioni senza preavviso):
- Palazzo Ducale € 25,00 - Ridotto over 65 € 13,00 - ragazzi tra 6 e 14 anni € 13,00 - studenti tra i 15 e i 25 anni € 13,00
- Basilica di San Marco € 3,00
- Gallerie dell'Accademia € 12,00 - giovani tra 18 e 25 anni € 2,00 - gratuito sotto i 18 anni
- Scuola di San Rocco € 8,00
- Basilica dei Frari € 3,00 – ridotto studenti fino a 29 anni € 1,50

N.b. In occasione di esposizioni temporanee i biglietti potrebbero subire delle modifiche
 
ACCONTO ALL' ATTO DELLA PRENOTAZIONE € 50,00
 
NECESSARIA CARTA D'IDENTITA' SENZA TIMBRO DI RINNOVO
 
Il viaggio sarà confermato con minimo 30 partecipanti

I posti in pullman saranno assegnati in ordine di prenotazione e rispettando le regole vigenti
 
NECESSARIO SUPER GREEN PASS e INDOSSARE LA MASCHERINA A BORDO DEL PULLMAN
 
Prima della prenotazione del viaggio, si prega di prendere visione delle condizioni generali di contratto pubblicate sul nostro sito www.pepitaviaggi.com
 
Organizzazione tecnica Pepita Viaggi Snc – Aut.Prov. 5/97 Prot.p 6 10500/36-3-53 - Assicurazione presso RC Allianz SpA. Rc n. 112367746 - Garanzia insolvenza/fallimento presso Fondo Vacanze Felici n.597



Prima della prenotazione del viaggio, si prega di prendere visione delle "Condizioni generali" e "Scheda tecnica".

Richiedi informazioni Invia ad un amico
x

Continuando la navigazione o chiudendo questa finestra, accetti l'utilizzo dei cookies.

Questo sito o gli strumenti terzi qui utilizzati utilizzano cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

X